Approfondimenti

Locman Mare: cronografi (e solo tempo) nel segno dello squalo

{"autoplay":"false","autoplay_speed":"3000","speed":"300","arrows":"true","dots":"true","loop":"true","nav_slide_column":5}
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image

Il nome e il decoro ne raccontano la passione trentennale, i materiali e la costruzione la matura progettualità. La casa elbana sta per lanciare un’inedita collezione. Sportiva e sensibile all’ambiente

Se esiste un marchio che ha un rapporto profondo con il mare, non può essere che Locman. Perché ha sede sull’Isola d’Elba, con gli uffici e i laboratori che si affacciano direttamente sul molo di Marina di Campo (perfino l’indirizzo è evocativo: piazza Giovanni da Verrazzano, un navigatore vissuto fra Quattro e Cinquecento). E infatti ha sempre prodotto orologi adatti alle attività “marine” in senso lato: sia per i materiali anticorrosione, sia per le performance d’uso. E poi ha sempre amato la vela e la navigazione, tant’è che è stato più volte sponsor di varie regate: dalla Locman Cup del passato all’Antigua Classic Yacht di oggi. Un legame naturale ribadito anche nell’ultima campagna, “True Spirit”, ambientata proprio tra le acque e la vegetazione elbana.

Sembra altrettanto naturale quindi che la maison toscana abbia creato una nuova collezione esplicitamente dedicata (anzi, è strano che non ci abbia pensato prima…). Locman Mare, nei negozi già nei prossimi giorni, appare perfettamente in linea con le caratteristiche tecniche tipiche della casa, eppure risulta del tutto originale nell’estetica e nella costruzione.

Presentata in anteprima dagli addetti ai lavori, è stata molto apprezzata per l’ottimo rapporto qualità/prezzo (a partire da 495 euro). Di sicuro è frutto di una maturità progettuale in cui si sente tutto il “peso” e l’esperienza di un’azienda ormai più che trentennale (è nata nel 1986). Un progetto ben concepito e altrettanto ben realizzato, che merita di essere valutato con attenzione. Quindi, cominciamo: prendiamo in esame la versione cronografo del Locman Mare.

La cassa è in acciaio 316L, una lega di acciaio inossidabile a basso contenuto di carbonio, dall’ottima resistenza alla corrosione e dall’elevato coefficiente di igiene (non a caso è chiamato “acciaio marino” o anche “acciaio chirurgico”). Lunetta e pulsanti sono in acciaio con trattamento Pvd oro rosa, mentre il fondello è in titanio. Certo, la cosa non stupisce più di tanto, perché il mix di materiali è tipico di Locman – che oltretutto è stato un pioniere nell’utilizzo del titanio in orologeria. Ma il fatto è che questo metallo è totalmente biocompatibile, cioè è ben tollerato anche da chi soffre di allergie alla pelle. Il che significa, da parte di Locman, grande sensibilità e considerazione verso chi dovrà indossare l’orologio.

Andiamo avanti. Le dimensioni: il Locman Mare misura 44 mm di diametro. Eppure si adatta bene al polso grazie alla studiata ergonomia, che lo rende facile da portare nonostante lo spessore non proprio ridotto (14 mm). Visto di fianco, si nota anche l’accentuata curvatura del vetro: un vetro

Condividi l'articolo