Vetrine

Bronzo: materiale antico, trend moderno

Cambia pelle e perciò piace. Perché rende ogni orologio un pezzo unico. Metallo ricco di storia, molto comune in ambito nautico ma sempre ignorato dall’industria del tempo, oggi il bronzo spopola nell’orologeria. Che lo ha adottato, naturalmente, per i suoi modelli da immersione.


Il bronzo è una lega fatta principalmente di rame e stagno, anche se può contenere altri metalli come alluminio, fosforo, nichel, piombo, berillio – in percentuali diverse a seconda dell’utilizzo finale. Facile da lavorare e con ottime proprietà meccaniche, è resistente alla corrosione provocata dall’acqua di mare e dagli agenti atmosferici: tant’è che in orologeria viene usato soprattutto per i modelli subacquei, numerosi anche in questa gallery. Altra caratteristica importante: con l’andare del tempo cambia colore. A contatto con l’aria, infatti, si ossida in superficie: forma cioè una patina che non solo non ne altera le proprietà intrinseche, ma lo conserva meglio. E crea un aspetto vissuto, sempre diverso in relazione all’ambiente circostante, che rende ogni pezzo “personalizzato”. Unico e irripetibile.