Attualità

Fossil Mood Watch, l’orologio per condividere il proprio stato d’animo

{"autoplay":"false","autoplay_speed":"3000","speed":"300","arrows":"true","dots":"true","loop":"true","nav_slide_column":5}
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image

Una volta c’erano i Mood Ring, oggi c’è il Mood Watch. L’orologio “umorale” di Fossil: sensibile ai cambiamenti emotivi di chi lo indossa e in grado di manifestarli attraverso la variazione cromatica del quadrante. Grazie a una tecnologia ripescata dal passato

Fossil guarda agli anni Novanta e (ri)crea il Mood Watch. Un orologio che cambia colore in relazione allo stato emotivo, proprio come il suo precedente dell’epoca – e come i Mood Ring tanto di moda in quegli anni (comunque ancora in commercio). È vero, a subire le variazioni cromatiche qui è il quadrante, mentre lì era la pietra centrale cabochon (o il corpo della fedina, a seconda del tipo di anello), ma il principio di funzionamento sembra proprio lo stesso. Perlomeno, lo si presuppone già dal nome. Quel che è certo, è che in tutt’e due i casi si tratta di un sistema basato sulla temperatura: lo conferma anche l’azienda texana, poco incline a fornire ulteriori informazioni.

Se ne sa un po’ di più sui Mood Ring. Secondo la tradizione sono stati inventati nel 1975 dai newyorkesi Joshua Reynolds e Maris Amber, che riuscirono a rivestire una gemma di quarzo con dei cristalli liquidi. I cristalli liquidi sono dei composti organici particolari, già noti alla fine dell’Ottocento. In certe condizioni, le loro molecole non passano direttamente dallo stato solido a quello liquido, ma rimangono a stadi intermedi in cui mantengono le proprietà di entrambi (per esempio la fluidità di un liquido o le proprietà elettriche e magnetiche di un solido).

In più, hanno proprie peculiarità, come appunto la capacità di cambiare colore al variare della temperatura. E fin qui fila tutto. Dal punto di vista scientifico, invece, è ancora da dimostrare il rapporto fra stati d’animo e temperatura corporea. Ma diamo per buono che una persona arrabbiata possa subire fisicamente un lieve aumento termico: del resto, non si dice “accalorato” di qualcuno travolto da un impeto eccessivo?

Sta di fatto che il Fossil Mood Watch ha il quadrante cangiante in base all’umore: diventa nero quando si è ansiosi o irritati, blu scuro se si è felici, blu-verde rilassati… fino all’ambra in caso di tensione e nervosismo, attraverso diverse nuance. Per testarlo, Fossil ha coinvolto anche i nuovi ambasciatori – l’attore/musicista neozelandese KJ Apa e l’attrice/modella/musicista statunitense Mandy Moore -, che lo hanno indossato durante le loro performance. Sì, perché il modo più sicuro per verificare che funzioni è proprio metterselo al polso. Provare per credere.

Condividi l'articolo