TOP ARTICLES

Concludiamo il discorso sul Calendario settimanale di Patek Philippe con l'analisi del Calibro 26-330 S C J SE . Un movimento con componenti inediti e una costruzione innovativa. Che apre la strada a generazioni future di calibri

Iniziamo qui ad approfondire la meccanica del Calendario Settimanale di Patek Philippe. In particolare, com'è fatta la complicazione e perché parliamo di movimento integrato

La figura del grande orologiaio, astronomo, matematico, ingegnere del Rinascimento raccontata nelle pagine di un libro. Con fedeltà storica, come ci spiega l'autore, Gianfranco D'Anna

Chi conosce Augusto sa che parla tanto, ma non si sa mai cosa pensa davvero. Per una volta, però, siamo riusciti a fargli scrivere nero su bianco cosa gli piacerebbe mettersi al polso...

Patek Philippe Settimanale

Dall'acciaio della cassa alla grafica del quadrante. Cominciamo così, con qualche riflessione teorica ed estetica, l'analisi della nuova Referenza 5212A di Patek Philippe: un calendario completo con l'indicazione delle settimane. Che in questo caso sono 53 (e non 52)...

Si distinguono per il quadrante aperto sul movimento (di solito sul bilanciere, ma non solo). Focus su un "classico" dell'orologeria. Con un passato relativamente recente e un destino segnato. Rivolto agli appassionati

Si può già indossare lo Swatch Sistem51 con l'innovativa spirale antimagnetica. Montata per ora su due modelli, sta entrando nella produzione di serie. In attesa di vedere sviluppi futuri, facciamo il punto sul passato...

Il nuovo esemplare del marchio americano rivela quanto siano importanti la professionalità e il lavoro del designer. Capace non solo di studiare forme originali, ma anche di trovare soluzioni tecniche funzionali. Al di là della fascia di prezzo

Ecco il best-seller della Casa elbana come non l'avete mai visto. Trasformato da una totale scheletratura che accentua la sensazione di leggerezza tipica della collezione. E, a dieci anni dalla nascita, lo rende più moderno che mai

Parliamo ancora del mercato degli orologi (svizzeri). Un mercato di nicchia, scombussolato dall'arrivo dei grandi gruppi finanziari, dei loro manager generalisti e delle loro strategie. Con conseguenti ripercussioni sui negozianti, fra "parallelo" e boutique monomarca

Cassa in acciaio, quadrante satinato con dettagli a contrasto, cinturino in lana merinos. Ecco come si evolve l'estetica di un genere elegante per definizione. Senza deroghe però nel movimento. Come sempre impeccabile

Una collezione in cui convivono gli opposti. Che rimanda alla duplice natura del marchio, la cui immediata leggerezza è frutto di profonda cultura. E ispira a Elena Lorusso un testo (quasi) letterario

Mestiere d'arte che vanta radici antiche, la scheletratura in passato era destinata a pochi. Oggi invece è ormai un trend incontrastato. Trasformata nell'estetica, modernizzata nella tecnica, è diventata "democratica"

Finora rimasto top secret (mica facile in un periodo di sovraesposizione mediatica come questo), esce il nuovo orologio del marchio svizzero. Un'assoluta novità sia dal punto di vista del design che della vocazione. Urbana

"Si comincia con il buon uso della storia..." Iniziamo qui un lungo discorso sulla marca fondata a Ginevra nel 1926. E sul rilancio che, nell'ultimo decennio, le ha permesso di affermare la propria identità

Per potersi affermare nell'uso quotidiano, l'orologio subacqueo ha dovuto affrontare una serie di problemi. Di mentalità, prima ancora che di materiali e prestazioni. Ecco perché è un'invenzione relativamente recente

Copyright © 2019 Il Giornale degli Orologi — Artwork by Motoki Yoshio
Privacy Policy