Attualità

Bioceramic MoonSwatch: ecco l’Omega x Swatch (e viceversa)

{"autoplay":"false","autoplay_speed":"3000","speed":"300","arrows":"true","dots":"true","loop":"true","nav_slide_column":5}
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image

Ok, segreto svelato. Se siete rimasti colpiti, nei giorni scorsi, dal sibillino annuncio “Omega x Swatch 26-03-2022” – apparso ovunque, sui social come sui quotidiani -, questo post fa per voi. Stamattina è stato presentato il Bioceramic MoonSwatch, un inedito e inatteso Speedmaster realizzato da Omega e Swatch in “missione congiunta”. Un’operazione divertente e senza precedenti, non solo all’interno di Swatch Group cui i due marchi appartengono, ma per l’intera orologeria svizzera. Che fa un po’ il verso a quanto succede con le collaborazioni nel mondo della moda, ma va ben oltre.

Cosa mi rappresenta?

Un orologio irriverente che spazza via in un attimo tutte le ipotesi più inverosimili dei giorni scorsi. E che in Rete sta già creando scalpore: con i soliti bacchettoni da un lato che urlano allo scandalo per lesa maestà, e dall’altro gli entusiasti che applaudono e lo vogliono subito, meglio in duplice copia. Intanto, però, nel bene e nel male tutti ne parlano. Pochi, comunque, sembrano aver capito davvero il significato della collezione Bioceramic MoonSwatch.

Ironica e autoironica, in grado di sbeffeggiare un mito e al tempo stesso di celebrarlo, di elevarlo nel più alto dei cieli. Non ancora uscita e già diventata un fenomeno mediatico e di costume. The next big thing. La collezione Bioceramic MoonSwatch è l’ennesima dimostrazione di ciò che si può fare quando si lavora in sinergia. E della forza prorompente di Swatch Group, capace di far confluire le capacità, le competenze, l’essenza di due marchi diversissimi in uno stesso progetto. Di creare a tavolino un oggetto che sembra destinato non solo ad avere grande successo commerciale (dita incrociate e gesti scaramantici d’obbligo), ma a essere un cult del futuro.

Un’idea che riflette la vocazione pop di Swatch, tesa a trascinare “verso il basso” tutto ciò che è “alto”, a rendere l’esclusivo accessibile, il lusso alla portata di tutti. Ma chapeau anche ai dirigenti Omega, che hanno avallato la cosa, consapevoli che l’operazione non va a intaccare né l’immagine né le vendite del Moonwatch – anzi… E di nuovo un plauso a Swatch Group, che con la realizzazione di questo fake – si fa per dire: è impossibile confonderlo con l’originale – crea un precedente di “cloni garantiti” applicabile potenzialmente agli esemplari più famosi delle proprie marche… Qualche visionario ha già previsto tanti “veri falsi” che riproducono le grandi icone (per usare un termine oggi abusato) dell’orologeria. Sarebbe uno spasso, staremo a vedere…

Bioceramic MoonSwatch, come è fatto

In pratica la collezione Bioceramic MoonSwatch è proprio la riedizione fantasiosa e colorata del celeberrimo Omega andato sulla Luna. Dall’estetica fedele all’originale come una “copia carbone” ma realizzato in Bioceramic, l’esclusivo materiale di Swatch. Undici esemplari dedicati ad altrettanti pianeti del sistema solare, ciascuno con la propria cromia – improbabile per un Omega ma nelle corde di Swatch. Che con i Big Bold Planets già aveva fatto un excursus nel cosmo qualche tempo fa: un precedente che ora, col senno di poi, ha ancora più senso.

La tipica cassa asimmetrica, la lunetta con scala tachimetrica e tanto di Dot over 90, i tre contatori dello Speed, il cinturino in Velcro da tuta spaziale. Tutto è perfetto, come in un supremo sberleffo. Ma ciò che ha sconvolto sopra ogni cosa i fan del Moonwatch è il movimento: dimenticate l’861, il 361 e i sacri calibri a carica manuale funzionanti nelle condizioni proibitive dello spazio cosmico. Il Bioceramic MoonSwatch (come la maggior parte degli Swatch) monta un bel movimento al quarzo Swiss made. Con buona pace dei più incazzosi.

Avvertenze. Gli esemplari della collezione Bioceramic MoonSwatch saranno in vendita da sabato 26 marzo a 250 euro in selezionati Swatch Store (qui trovate la lista completa). Non sono previste prevendite né prenotazioni: per averlo bisogna andare in negozio. La collezione non è limitata né numerata ed è già in programma il riassortimento. La vendita online sarà attivata più avanti.