Attualità

La Medusa: il simbolo Versace torna in versione 3D

{"autoplay":"false","autoplay_speed":"3000","speed":"300","arrows":"true","dots":"true","loop":"true","nav_slide_column":5}
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image

«Volevo creare qualcosa di divertente che catturasse lo spirito di una vacanza, quella sensazione estiva di infinite possibilità». Donatella Versace, Chief creative officer della maison fondata dal fratello Gianni nell’ormai lontano 1978, racconta così l’ispirazione della nuova collezione di orologi femminili. Concepiti già come un’icona. Lo suggerisce il nome, semplicemente una parola, carica di significati simbolici: La Medusa.

Proprio così: la Medusa, simbolo inequivocabilmente riconoscibile del brand milanese, è la protagonista indiscussa di questi nuovi esemplari che celebrano le fioriture primaverili e lo spirito gioioso dell’estate attraverso i colori di quadrante e cinturino.

Il mito al polso

La donna più bella di Atene, desiderata ardentemente nell’antica Grecia da chiunque posasse gli occhi su di lei, aveva però il potere di pietrificare con lo sguardo, proprio come le sue sorelle, le Gorgoni. La sua immagine era utilizzata come strumento per allontanare la negatività. Questa figura mitologica è poi diventata emblema di autorità impenitente, coraggiosa autostima ed emancipazione. Ed è nell’adesione senza riserve a queste qualità femminili che va letta la scelta della Medusa come riferimento supremo per la donna Versace.

Per sottolinearne forza e potere misterioso, una versione tridimensionale di Medusa fluttua tra due vetri zaffiri sul quadrante dei nuovi orologi. Con numeri romani, ottenuti intagliando il réhaut in metallo così da far intravvedere la tonalità del quadrante.

La Medusa, una collezione di accessori colorati

E torniamo ai colori. Che, come Medusa, richiamano cromie e spirito giocoso della collezione di borse posizionate in primo piano nell’ultima campagna che ritrae Donatella Versace assieme alle sorelle Gigi e Bella Hadid. Una scelta concepita per esaltare il valore della famiglia, così caro alla maison milanese.

Come per le omonime borse, anche tra gli orologi La Medusa ritorna quindi il light blue, tonalità ispirata alle sfumature del mare e del cielo. «Il blu è il mio colore preferito perché per me rappresenta la libertà. Quando sono nel mare, mi sento libera. Quando sono circondata da elementi della natura e da cieli azzurri, mi sento davvero felice e tutto quello che c’è di sbagliato nel mondo scompare. Il mondo diventa blu», ha spiegato Donatella Versace.

Non solo blu, altrimenti non avremmo parlato di esplosione di colori. Sono quattro le varianti cromatiche degli esemplari La Medusa con cinturino in pelle: oltre al turchese del cielo, un etereo lilla, un rosso vivido, e l’immancabile nero. Senza dimenticare la versione con bracciale in acciaio. Il più elegante? Tutto golden, con quadrante nero: trasversale a look e stagioni.

Gli orologi La Medusa sono già in vendita nelle boutique monomarca, presso i rivenditori autorizzati e sull’e-commerce ufficiale Versace a partire da 1.150 euro.