Approfondimenti

Tecnica: come si accorcia il cinturino di gomma

{"autoplay":"false","autoplay_speed":"3000","speed":"300","arrows":"true","dots":"true","loop":"true","nav_slide_column":5}
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image

Regolare la lunghezza del cinturino sul proprio polso è un gioco da ragazzi. Ma solo se lo fate fare dal vostro orologiaio di fiducia…

Avete finalmente fra le mani il vostro nuovo Breitling Superocean Héritage II Chronograph 44. E ne andate giustamente fieri: movimento meccanico a carica automatica, un Valjoux nella versione migliore, con spirale di prima qualità (che consente di superare i test di cronometria) e doppio datario, lunetta girevole con inserto in ceramica, cassa in acciaio a forte tenuta stagna – 20 atmosfere. Grande orologio. Ma bisogna accorciare il cinturino in gomma, che ovviamente arriva “lasco” per poterlo adattare a qualunque polso. Avete una qualche dimestichezza con i lavori manuali e, per poterlo mettere al polso il più presto possibile, vi armate di forbici per tentare l’operazione. Non fatelo!

Anche questi “piccoli” interventi richiedono esperienza specifica, i giusti attrezzi e persino il giusto posto di lavoro. Per dimostrarlo, abbiamo realizzato una breve sequenza di fotografie nel laboratorio di Pisa Orologeria, che ringraziamo insieme alla pazienza del tecnico, Matteo Gustarini, che ha accettato di eseguire l’operazione davanti ad una fotocamera: di solito i tecnici preferiscono lavorare lontani da occhi estranei, che comunque rischiano di ridurre la concentrazione necessaria per eseguire al meglio anche operazioni apparentemente semplici come questa. L’intervento del professionista è sempre la soluzione migliore.

Condividi l'articolo