Eventi

Locman all’Antigua Classic Yacht Regatta

{"autoplay":"false","autoplay_speed":"3000","speed":"300","arrows":"true","dots":"true","loop":"true","nav_slide_column":5}
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image
Slider Nav Image

Giro di boa per il marchio elbano, che torna al vecchio amore per le vele d’epoca. Nel ruolo di main sponsor della prestigiosa Antigua Classic Yacht Regatta

Locman è il nuovo main sponsor dell’Antigua Classic Yacht Regatta. Una delle più prestigiose competizioni veliche dei Caraibi (fino al 23 aprile): un evento di grande fascino, dove si incrociano le più celebri ed eleganti “signore del mare”. Un intreccio di storia, cultura nautica e fair-play di armatori e marinai, la cui data di nascita risale ufficialmente al 1987. Ma che in realtà deriva dalle gare spontanee ingaggiate, fin dagli anni Sessanta, da capitani ed equipaggi che si sfidavano a raggiungere la Guadalupa al termine della stagione di charter. Cioè, proprio in questo periodo dell’anno.

Ok, qualcuno potrebbe domandarsi: che c’entra Locman con una regata dall’altra parte dell’Atlantico? Per capirlo, meglio aver subito le idee chiare. 1) Locman è un’azienda italiana con sede sull’Isola d’Elba e ha un legame innato con il mare: non a caso il quartier generale si affaccia sul porto di Marina di Campo. 2) Viste le sue origini, Locman si trova a proprio agio ad Antigua, un’isola ricca di verde che per morfologia potrebbe rievocare l’Elba. E viceversa. 3) Il marchio ha un lungo passato nell’ambiente della vela. Qui basti citare almeno la Toscana Elba Cup – Trofeo Locman, che all’inizio degli anni 2000 richiamava skipper famosi come Russell Coutts.

Soprattutto, va detto che l’Antigua Classic Yacht Regatta ha sempre fatto parte (almeno fino al 2017) del Panerai Classic Yacht Challenge. Ma il famoso circuito internazionale di barche d’epoca ormai non esiste più: Panerai ha dirottato altrove risorse e strategie – lasciando “orfani” i tanti yacht club che gestivano le diverse manifestazioni, nel Mediterraneo come ai Tropici. E quello di Antigua, come gli altri alla ricerca di sponsor, si è rivolto proprio a Locman.

Perché, per dirla tutta, il patron dell’Antigua Yacht Club Marina si chiama Carlo Falcone ed è italianissimo. Livornese di nascita, ex velaio, navigatore oceanico, imprenditore nel settore nautico e immobiliare (per usare le parole di Paolo Maccione), è anche (vice) console d’Italia per Antigua e Barbuda. Falcone non solo conosce l’Elba e conosce Locman, ma è molto legato all’isola ed è amico di Marco Mantovani, che di Locman è il proprietario. E il cerchio si chiude.

Il gemellaggio con l’Antigua Classic Yacht Regatta quindi proietta ancora una volta Locman nel mondo degli antichi velieri – tra i paiolati di teak e gli ottoni lucidi, le grandi vele auriche e i lunghi buttafuori di quelle splendide barche dalle linee filanti, che scivolano silenziose sull’acqua con un’eleganza senza pari. Ancora una volta, perché chi segue il marchio da anni lo ricorderà senz’altro a bordo dell’Amerigo Vespucci…

Per tornare al presente, proprio oggi lo spicchio di mare a sud dell’isola vede impegnati gli scafi nella prima delle cinque giornate di regata. Per i vincitori, nelle diverse sezioni, Locman ha appositamente personalizzato 30 esemplari del Montecristo Cronografo Automatico. Nuova versione di un orologio iconico, completamente riprogettato rispetto al precedente già in catalogo, ora vede la cassa in titanio e acciaio 316L con le anse integrate alla carrure. E il fondello dedicato all’Antigua Classic Yacht Regatta.

Condividi l'articolo